Friday, June 27, 2014

And don't forget your manners!

Ho una ex collega che e' un caso umano, e' una persona con un gran cuore ma si mette sempre in situazioni poco piacevoli. Io la chiamo crackhead perche' ha le cicatrici di chi usa meth e ha qualche paranoia, tipo se qualcuno parla sottovoce e' convinta che stiamo parlando di lei. A parte questo e' davvero una persona dolcissima.
Qualche giorno fa mi ha chiamato perche' le avevano staccato l'elettricita' e doveva andare a pagare, le serviva un passaggio visto che era senza auto. Non ho voluto indagare oltre e sono andata a prenderla. 
La mia amica abita in un posto di merda poco ben frequentato, e' circondata da case fatiscenti e da stazioni di servizio che cadono a pezzi, in quello che qui in Usa viene definito ghetto. 
Il passaggio le serviva per andare al piu' vicino supermercato dove avrebbe pagato 20 dollari per avere il servizio dell'elettricita' almeno per qualche giorno. Io nemmeno sapevo che si poteva pagare al supermercato!
Anche il supermercato era nella zona di merda mal frequentata, le auto parcheggiate fuori erano piu' vecchie della mia e alcune tenute insieme dal nastro isolante, all'insegna del negozio mancavano due lettere, nella vetrata un cartello diceva che si accettavano food stamps, c'era un'aria di disagio quasi palpabile.
La mia amica e' entrata a pagare e io mi sono offerta di aspettarla fuori... con il motore acceso.
Mentre la aspettavo una coppia ha parcheggiato a fianco a me, erano entrambi sulla sessantina, lei era bianca, con i pantaloni di una tuta da ginnastica sporchi, una canotta (sporca) larga, non indossava il reggiseno, e aveva i capelli unti, di colore grigio e biondo incollati al cranio. Lui era la versione maschile e nera di lei.
Qualche minuto dopo e' arrivato un altro individuo, un ragazzo nero con una faccia brutta brutta e minacciosa, la mascherina d'argento (si chiamera' cosi' in Italiano il grid?) sui denti, insomma la classica persona che nell'immaginario comune potrebbe fare una rapina a mano armata in un film. Io lo stavo osservando attentamente e stavo per mettere la macchina in drive. Il tizio ha parcheggiato la sua auto e stava per uscire, poi ha fatto una faccia seccata, ha rimesso in moto e si e' spostato in un altro parcheggio. La cosa ha attirato la mia curiosita' e non poco. Perche' mai questa persona dall'aspetto di chi non ha paura di nulla e che probabilmente era anche armato aveva cambiato parcheggio? La mia fantasia ha pensato tutti gli scenari criminosi possibili, questo mentre mi assicuravo che il tizio entrasse nel negozio e non si avvicinasse al mio posteggio.
Quando la mia amica crackhead e' uscita le ho raccontato il fatto e le ho chiesto perche' secondo lei il tizio avesse cambiato parcheggio, ero curiosa di conoscere l'opinione di un insider, una dell'ambiente.
Lei mi ha guardato come se stesse parlando con un'idiota e mi ha risposto che era un parcheggio riservato a persone con handicap.
Mai avrei pensato che i miei pregiudizi verso l'aspetto del tizio mi avrebbero impedito di vedere questo esempio di civilta'.

E io che mi consideravo una persona di larghe vedute e senza grossi preconcetti.











3 comments:

  1. ahhahahahahaaha

    qua molto meno selvaggia varsavia ma comunque quando l altro giorno un tizio ubriaco fradicio a torso nudo e' entrato in un ristorante con una sigaretta e ha accercato di abbordare prima me e poi la cameriera, se ne e' andato subito di corsa e cn tante scuse appena la ragazza le ha detto che li' era vietato fumare!!

    ReplyDelete
  2. Molto onesto da parte tua farne un post, ho il massimo rispetto per le persone che ammettono i propri errori e i propri limiti. Riguardo al tizio, secondo me conferma semplicemente che il rispetto verso il prossimo e il senso di giustizia sono radicati in una persona, al di là dell'ambiente in cui cresce e della vita che fa.

    ReplyDelete
  3. Ricordo una sera a torino andammo con Luca a prendere non ricordo cosa ad una farmacia notturna, di quelle che stanno tutte chiuse e il farmacista sigillato dentro ti passa el cose dallo sportellino. Prima di noi un tipo che a vederlo ci ha fatto la stessa impressione, ci siamo guardati un po'preoccupati e poi alla fine quando poverino é andato in crisi perché non sapeva che modello di pannolini comprare ci siamo sentiti un po'delle merde e un po'ci veniva da ridere...

    ReplyDelete