Friday, March 29, 2013

Bad, Bad Leroy Brown

Chi mi conosce lo sa, sono una di quelle persone che pur guidando un mezzo di trasporto inquinante non butterebbe mai una cartaccia in terra o del materiale riciclabile nella spazzatura regolare.  Qui al Sud riciclare non e' una cosa che fanno tutti e spesso vengo presa per fanatica.

Qualche giorno fa mi chiama la mia amica italiana, una di quelle persone che credono che riciclare sia una cosa da esaltati.
"Ma tu continui sempre a mettere da parte plastica, lattine e roba varia?"
"Certo!"
"Dove li porti?"
"C'e' un centro di raccolta, e' un po' lontanuccio, vado solo quando ne ho raccolti tanti"
"Ti pagano?"
"No."
"Ho fatto pulizie in casa, giardino e garage, ho molto metallo da buttare e ho sentito di un posto in cui ti pagano per metal scrap, mi accompagni?"
"Ok"

E cosi' questa mattina abbiamo caricato il mio truck di metalli vari, incluse le mie lattine, e siamo partite all'avventura. Prima di andare ho dovuto fotografare il carico, sembravamo Sanford and Son in versione redneck.
Io avevo le lattine, la mia amica invece ha graziato il mio truck con la presenza di un piccolo frigorifero, un barile (tipo quelli del petrolio) arrugginito, un'antenna di Direct TV, il parafango di un'auto con marmitta abbinata, pezzi di un ombrellone e tanti altri oggetti di metallo.
Io guidavo, lei era il navigatore.
Abbiamo trovato il posto, si trovava vicino alla ferrovia, aveva un aspetto un po' deprimente, persone con la faccia da disperati, auto ammaccate, una gru all'orizzonte che spostava pile di metalli, un cane dall'aria fortemente minacciosa.
Il cane.
Che io lo so di non essere del tutto normale.
Vedo il cane e inizio a canticchiare:
"And he's bad, bad Leroy Brown
The baddest man in the whole damn town
Badder than old King Kong
Meaner than a junkyard dog"
Certe cose solo io.

A fine avventura la mia amica si e' ritrovata con una trentina di dollari per il suo metallo, a me per le lattine ne hanno dato solo nove, che e' comunque meglio di nulla.  In compenso ho avuto modo di vedere lo "sparalattine," cosi' ho deciso di chiamarlo io, un cannone che appiattisce le lattine e le spara su un camion.

Nota positiva. L'incentivo economico e' piaciuto cosi' tanto alla mia amica che dice che d'ora in poi raccogliera' lattine e metalli vari anche se dovesse fermarsi in mezzo alla strada per farlo.  Dove non arriva la coscienza ecologica, arriva il potere dei soldi.
Sanford and Son


Una tristezza!
The Junkyard Dog
Lo Sparalattine!

16 comments:

  1. Bella iniziativa :-) quantomeno per chi di suo non è interessato al riciclo della spazzatura se gli danno qualcosa sono incentivati anche quelli che solitamente non lo farebbero :)0

    ReplyDelete
    Replies
    1. Peccato sia solo per i metalli, c'e' tanta plastica in giro.

      Delete
  2. Oh, ma il junkyard dog è bellissimo!

    ReplyDelete
  3. Eh il potere dei soldi! Che, comunque, per una buona causa come quella ecologica, va più che bene, ce ne fossero di più di incentivi del genere!

    ReplyDelete
    Replies
    1. Io ho sempre e comunque riciclato, anche senza incentivi economici. Sarebbe una buona cosa se lo facessero tutti.

      Delete
    2. La penso (e agisco) come te, ma la tua amica dimostra che c'è chi lo fa solo se ha qualcosa da guadagnare e, se le cose stanno così, viva gli incentivi ecologici piuttosto che quelli all'acquisto di auto nuove!

      Delete
  4. Ma va piu' che bene, il problema e' quando devi pagare te il doppio per poter riciclare! (vedi: un sacco di comuni italiani con cifre astronomiche per la differenziata)
    Non prendi nemmeno piu' in cambio un centesimo se riporti il vetro di bottiglie e bottigliette ai supermercati.

    ReplyDelete
  5. Qui la differenziata è ancora un miraggio, solo da dicembre hanno cominciato ad incentivarla di più...però prevalentemente la fanno pochissimo e si fa una gran fatica a trovare i contenitori appositi!

    ReplyDelete
    Replies
    1. Dovresti informarti presso i vigili del fuoco, quando abitavo in Virginia era l'unico posto che accettava materiali riciclabili.

      Delete
  6. Nel paese dove vivevo prima facevano la differenziata porta a porta, e riuscivano a farla bene a mio parere, qui ora c'è la differenziata coi cassonetti e ognuno butta quel che gli pare :( io e mio marito la facciamo volentieri, sarebbe bello che la facessero ovunque e invece che pagare cifre astronomiche si pagasse un pò meno (non dico ricevere qualcosa in cambio che sarebbe il massimo e la maggior parte della gente la farebbe come la tua amica)

    ReplyDelete
    Replies
    1. Si, quando sono tornata in vacanza mi e' capitato di vedere cose che non c'entravano nulla nei cassonetti sbagliati. Quando ancora abitavo in Italia (un milione di anni fa), c'era la differenziata solo per il vetro e io l'ho sempre e comunque fatta.

      Delete
    2. Ora nei piccoli paesi si fa la differenziata porta a porta che secondo me funziona meglio.

      Delete
    3. Sicuramente meglio e magari offre qualche posto di lavoro in piu'.

      Delete