Sunday, December 9, 2012

Il mio eremo



Questo e' l'ingresso al mio eremo.               Ho provato a fare una foto "artistica" e la mia macchina fotografica mostrava il disegnino del cestino della spazzatura.
Ma grazie!









E questo e' il fieno che il mio vicino taglia dal nostro campo e vende alle persone con i cavalli. Noi non ci guadagnamo nulla, ma abbiamo l'erba tagliata.  Fino a poco tempo prima che prendessimo il terreno, il vicino fertilizzava i campi, ora che e' nostro non autorizziamo piu' niente di chimico, se vuole l'erba la deve prendere cosi'.






Un giorno d'estate sono andata nel bosco che si vede all'orizzonte.  Sembrava di essere nel mondo delle fairies, dal terreno saliva il vapore, gli alberi fitti coprivano il cielo e davano al tutto una luce verde. E' stato magico, non mi avrebbe sorpreso sentire uno scampanellio e vedere uno gnomo spuntare da dietro una roccia coperta di muschio. Se avessi avuto la macchina fotografica avrei scattato una foto, che viste le mie doti non avrebbe comunque reso l'idea.




Questa e' la mia quercia preferita, mi piacerebbe ripulirla da alcuni rami cadenti, appendere delle luci, fare una sorta di pavimento di pietre che non la soffochi, e trasferirmi sotto la sua ombra a leggere.
A sinistra della quercia il terreno crea la situazione geologica ideale per costruire un lago artificiale di una dozzina di acri.








La stessa quercia by night. Lo so, la foto fa cagare (brutta cosa le velleita' artistiche mal riposte), pero' almeno ci ho provato!

7 comments:

  1. Non fare la modesta, la foto è bellissima. Bella la querciona e splendido il terreno!

    ReplyDelete
    Replies
    1. Non vedo l'ora di ripulirla e sedermici sotto.

      Delete
    2. Anche sdraiartici sotto non sarà male!

      Delete
  2. Replies
    1. Dovresti dirlo alla mia macchina fotografica che ogni volta che scatto una foto mi mette il simboletto del bidone della spazzatura!

      Delete